Decreto federale che approva e traspone nel diritto svizzero gli scambi di note tra la Svizzera e l'UE in merito al recepimento del regolamento e della decisione relativi al sistema d'informazione visti (VIS) (Sviluppi dell'acquis di Schengen)

 
INDICE
ESTRATTO GRATUITO

Decreto federale

che approva e traspone nel diritto svizzero gli scambi di note tra la Svizzera e l'UE in merito al recepimento del regolamento e della decisione relativi al sistema d'informazione visti (VIS) (Sviluppi dell'acquis di Schengen)

dell201911 dicembre 2009

L'Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visti gli articoli 54 capoverso 1 e 166 capoverso 2 della Costituzione federale1;

visto il messaggio del Consiglio federale del 29 maggio 20092,

decreta:

Art. 1

1 I seguenti scambi di note sono approvati: a. scambio di note del 21 agosto 20083 tra la Svizzera e la Comunità europea concernente il recepimento del regolamento VIS (regolamento [CE] n. 767/2008);

  1. scambio di note del 24 ottobre 20084 tra la Svizzera e l'Unione europea concernente il recepimento della decisione 2008/633/GAI relativa all'accesso per la consultazione al sistema di informazione visti (VIS) da parte delle autorità designate degli Stati membri e di Europol.

    2 Secondo l'articolo 7 paragrafo 2 lettera b dell'Accordo del 26 ottobre 20045 tra la Confederazione Svizzera, l'Unione europea e la Comunità europea, riguardante l'associazione della Svizzera all'attuazione, all'applicazione e allo sviluppo dell'acquis di Schengen, il Consiglio federale è autorizzato a informare l'Unione europea del soddisfacimento dei requisiti costituzionali per gli scambi di note di cui al capoverso 1.

    Approvazione e trasposizione nel diritto svizzero degli scambi di note RU 2010 in merito al sistema d'informazione visti. DF

    Approvazione e trasposizione nel diritto svizzero degli scambi di note RU 2010 in merito al sistema d'informazione visti. DF

    Art. 2

    Le leggi federali qui appresso sono modificate come segue:

    1. Legge federale del 16 dicembre 20056 sugli stranieri

    Sostituzione di un'espressione:

    In tutto il testo, l'espressione «Ufficio federale» è sostituita con «UFM» quando designa l'Ufficio federale della migrazione.

    Art. 6 cpv. 2 e 2bis

    2 In caso di rifiuto del visto per un soggiorno non sottostante a permesso (art. 10), la competente rappresentanza all'estero emana, mediante un modulo, una decisione a nome dell'Ufficio federale della migrazione (UFM). È fatto salvo l'articolo 98 capoverso 2.

    2bis Contro questa decisione può essere fatta opposizione scritta all'UFM entro 30 giorni. L'articolo 63 della legge federale del 20 dicembre 19687 sulla procedura amministrativa si applica per analogia.

    Art. 71, frase introduttiva e lett. c

    Il Dipartimento federale di giustizia e polizia assiste i Cantoni incaricati dell'esecuzione dell'allontanamento o dell'espulsione di stranieri, in particolare:

  2. assicurando la collaborazione tra i Cantoni coinvolti e il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE).

    Art. 98b Delega a terzi di compiti inerenti al rilascio dei visti

    1 D'intesa con l'UFM, il DFAE può abilitare terzi a svolgere i seguenti compiti inerenti alla procedura di rilascio dei visti:

  3. fissare gli appuntamenti in vista del rilascio dei visti;

  4. ricevere i documenti (modulo di domanda del visto, passaporto, giustificativi);

  5. riscuotere gli emolumenti;

  6. rilevare i dati biometrici nell'ambito del sistema centrale d'informazione visti;

  7. restituire il passaporto al titolare una volta conclusa la procedura.

    2 Il DFAE e l'UFM provvedono affinché i terzi incaricati rispettino le disposizioni in materia di protezione e sicurezza dei dati.

    Approvazione e trasposizione nel diritto svizzero degli scambi di note RU 2010 in merito al sistema d'informazione visti. DF

    3 Il Consiglio federale stabilisce a quali condizioni i terzi possono essere incaricati di svolgere i compiti di cui al capoverso 1.

    Titolo prima dell'art. 101

Capitolo 14: Protezione dei dati, trattamento dei dati e sistemi d'informazione

Art. 109a Consultazione dei dati del sistema centrale d'informazione visti

1 Il sistema centrale d'informazione visti (C-VIS) contiene i dati sui visti raccolti da tutti gli Stati per i quali è entrato in vigore il regolamento (CE) n. 767/20088.

2 Le autorità seguenti hanno accesso online ai dati del C-VIS: a. l'UFM, le rappresentanze svizzere all'estero e le missioni, le autorità cantonali di migrazione competenti in materia di visti, la Segreteria di Stato e la Direzione politica del DFAE, il Corpo delle guardie di confine e i posti di confine delle polizie cantonali: nell'ambito della procedura di rilascio dei visti;

  1. l'UFM: al fine di determinare lo Stato responsabile dell'esame di una domanda d'asilo in applicazione del regolamento (CE) n. 343/20039, nonché nell'ambito dell'esame di una domanda d'asilo qualora il trattamento della domanda competa alla Svizzera;

  2. il Corpo delle guardie di confine e le autorità cantonali di polizia incaricate del controllo alle frontiere esterne...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA