Ordinanza sull'allevamento di animali (OAlle)

 
INDICE
ESTRATTO GRATUITO

Ordinanza sull'allevamento di animali

(OAlle)

del 31 ottobre 2012

Il Consiglio federale svizzero, visti gli articoli 144 capoverso 2, 146 e 177 della legge del 29 aprile 19981

sull'agricoltura, ordina:

Sezione 1: Disposizioni generali

Art. 1 Oggetto

La presente ordinanza disciplina:

  1. il riconoscimento delle organizzazioni di allevamento e delle imprese di allevamento private;

  2. l'assegnazione di contributi per l'allevamento;

  3. l'assegnazione di contributi per la conservazione delle razze svizzere;

  4. l'assegnazione di contributi per progetti di ricerca;

  5. l'immissione in commercio di animali da allevamento, del loro sperma e dei loro ovuli non fecondati ed embrioni;

  6. l'importazione di animali da allevamento e da reddito e di sperma di toro nell'ambito dei contingenti doganali.

    Art. 2 Definizioni

    Ai sensi della presente ordinanza si intende per:

  7. libro genealogico: libro tenuto da un'organizzazione di allevamento riconosciuta degli animali da allevamento per attestare la loro ascendenza e le loro prestazioni;

  8. esame funzionale: procedura per determinare la prestazione e lo stato di salute di un animale, inclusa la qualità dei suoi prodotti;

  9. stima dei valori genetici: procedura statistica riconosciuta scientificamente secondo i vigenti principi zootecnici per stimare i valori genetici di un animale in rapporto agli animali della stessa popolazione;

    RS 916.310 1 RS 910.1

    Ordinanza sull'allevamento di animali RU 2012

    2 I contributi sono i seguenti:

  10. 150 franchi per ogni animale iscritto nel libro genealogico;

  11. 4 franchi per ogni esame nell'azienda con misurazione mediante ultrasuoni e determinazione del peso;

  12. 4 franchi per ogni esame nell'azienda con descrizione lineare e determinazione del peso;

  13. 6 franchi per ogni esame nell'azienda con misurazione mediante ultrasuoni, descrizione lineare e determinazione del peso;

  14. 450 franchi per ogni esame nella stazione;

  15. 70 franchi per ogni esame nell'azienda concernente l'odore del verro.

    3 L'importo annuo destinato all'infrastruttura necessaria alla realizzazione degli esami in una stazione, al rilevamento e alla valutazione dei dati relativi alla fecondità e alla macellazione, alla determinazione dei caratteri-traccia genotipici e alla pubblicazione e divulgazione dei risultati zootecnici ammonta a 500 000 franchi.

    4 Se l'organizzazione di allevamento riconosciuta non esegue una stima dei valori genetici, per ogni animale iscritto nel libro genealogico è assegnata al massimo la metà del contributo.

    5 Il contributo per l'esame nella stazione è assegnato se questo comprende il rilevamento dell'aumento di peso, l'indice di consumo, la carnosità e almeno tre criteri di qualità della carne e del grasso durante un periodo d'ingrassamento conforme alla prassi. I seguenti esami danno diritto a un contributo:

  16. esame dei fratelli e delle sorelle;

  17. esame funzionale dei verri;

  18. esame dei prodotti terminali;

  19. gruppi d'esame liberi con programma di allevamento definito per animali non iscritti nel libro genealogico.

    6 La metà del contributo è assegnata per ogni esame nella stazione per i gruppi d'esame liberi nel quadro di un programma di allevamento definito.

    7 L'esame nell'azienda concernente l'odore del verro prevede almeno la determinazione dell'androsterone e dello scatolo.

    Art. 18 Contributi per l'allevamento di ovini, escluse le pecore da latte

    1 L'importo annuo massimo destinato all'allevamento di ovini, escluse le pecore da latte, ammonta a 2 300 000 franchi.

    2 I contributi sono i seguenti:

  20. 22.50 franchi per ogni animale iscritto nel libro genealogico

  21. 26 franchi per ogni esame della capacità di sviluppo.

    3 Per gli esami della capacità di sviluppo sono assegnati al massimo 200 000 franchi.

    Ordinanza sull'allevamento di animali RU 2012

    4 Il contributo per gli esami della capacità di sviluppo è assegnato se il peso alla nascita è rilevato conformemente alla prassi e almeno una pesatura di controllo è effettuata tra il 35° e il 45° giorno dalla nascita.

    Art. 19 Contributi per l'allevamento di caprini e di pecore da latte

    1 L'importo annuo massimo destinato all'allevamento di caprini e di pecore da latte ammonta a 1 800 000 franchi.

    2 I contributi sono i seguenti:

  22. 35 franchi per ogni animale iscritto nel libro genealogico;

  23. 6 franchi per ogni analisi di un campione di latte con il metodo ICAR A4;

  24. 4.50 franchi per ogni analisi di un campione di latte con il metodo ICAR AT4 o con il metodo ATM4;

  25. 3.20 franchi per ogni analisi di un campione di latte con il metodo ICAR B o C;

  26. 26 franchi per ogni esame della capacità di sviluppo.

    3 Nei seguenti casi è assegnata la metà del contributo per campione di latte per i caprini e le pecore da latte appartenenti a un'azienda che tiene il libro genealogico:

  27. per gli animali non iscritti nel libro genealogico; o

  28. se l'esame dell'attitudine lattifera è svolto senza rilevazione della composizione.

    4 Non è assegnato alcun contributo per campione di latte per i caprini e le pecore da latte se entrambe le condizioni di cui al capoverso 3 lettere a e b sono adempiute.

    5 Il contributo per campione di latte nel quadro dell'esame dell'attitudine lattifera è assegnato per ogni capra e ogni pecora da latte appartenenti a un'azienda che tiene il libro genealogico al termine del periodo di lattazione.

    6 Il contributo per gli esami della capacità di sviluppo è assegnato se il peso alla nascita è stato rilevato conformemente alla prassi e almeno una pesatura di controllo è effettuata tra il 35° e il 45° giorno dalla nascita.

    Art. 20 Contributi per l'allevamento di camelidi del Nuovo Mondo

    1 L'importo annuo massimo destinato all'allevamento di camelidi del Nuovo Mondo ammonta a 60 000 franchi.

    2 Il contributo per ogni animale iscritto nel libro genealogico è di 18 franchi.

    Art. 21 Contributi per l'allevamento di api mellifere

    1 L'importo annuo massimo destinato all'allevamento di api mellifere ammonta a

    250 000 franchi.

    Ordinanza sull'allevamento di animali RU 2012

    2 I contributi sono i seguenti:

  29. 50 franchi per ogni animale iscritto nel libro genealogico (regina);

  30. 90 franchi per ogni determinazione della purezza della razza mediante analisi del DNA;

  31. 8 franchi per ogni determinazione della purezza della razza mediante esame delle ali (indice cubitale);

  32. 440 franchi per ogni esame funzionale nell'apiario sperimentale con campione reso anonimo e stima dei valori genetici;

  33. 180 franchi per ogni esame funzionale nell'apiario sperimentale con campione conosciuto e stima dei valori genetici;

  34. 3000 franchi per ogni stazione di fecondazione A;

  35. 500 franchi per ogni stazione di fecondazione B

    3 Il contributo per regina è assegnato al termine dell'esame funzionale nell'apiario sperimentale con campione reso anonimo o conosciuto e dopo l'iscrizione nel libro genealogico.

    4 Il contributo per la determinazione della purezza della razza è assegnato per le regine per le quali è stato eseguito l'esame funzionale e le colonie di maschi su una stazione di fecondazione B.

    5 Una stessa regina e una colonia di maschi danno diritto a un unico contributo per la determinazione della purezza della razza.

    6 Il contributo per una stazione di fecondazione A è assegnato se nell'anno di contribuzione vi sono collocate al minimo 20 e al massimo 100 giovani regine per colonia di fuchi. Il contributo per una stazione di fecondazione B è assegnato se nell'anno di contribuzione vi sono collocate almeno 100 giovani regine.

    Art. 22 Disposizioni comuni

    1 I contributi di cui agli articoli 15201321 inferiori ai 50 000 franchi all'anno per organizzazione di allevamento riconosciuta non sono assegnati. Fanno eccezione i contributi alle organizzazioni di allevamento di razze svizzere. Se un'organizzazione o un'impresa fornisce prestazioni di natura zootecnica su incarico di una o più organizzazioni di allevamento riconosciute, la soglia dei 50 000 franchi si applica a ogni singola organizzazione di allevamento riconosciuta.

    2 Se il credito autorizzato o l'importo massimo per categoria di animali di cui agli articoli 15201321 non sono sufficienti per concedere i diversi contributi per le misure zootecniche, l'UFAG riduce i contributi.

    3 Al fine di ottenere i contributi di cui agli articoli 15201321, le organizzazioni di allevamento riconosciute comunicano all'UFAG, entro il 31 ottobre dell'anno che precede quello di contribuzione, il numero stimato di animali iscritti nel libro genealogico e di esami funzionali come anche di puledri identificati e iscritti. L'UFAG pubblica le cifre comunicate.

    Ordinanza sull'allevamento di animali RU 2012

    4 Le misure zootecniche possono essere computate soltanto per gli animali il cui proprietario è domiciliato in Svizzera o nel Principato del Liechtenstein e, durante l'anno di contribuzione, è membro attivo (membro individuale o collettivo) dell'organizzazione di allevamento riconosciuta.

    5 Una misura zootecnica dà diritto a un unico contributo per animale e per anno.

    6 I contributi per animale iscritto nel libro genealogico di cui agli articoli 15 e 17201320 sono assegnati per animali:

  36. i cui genitori e nonni sono iscritti o menzionati in un libro genealogico della medesima razza; e

  37. la cui percentuale di sangue della relativa razza è di almeno l201987,5 per cento.

    7 Oltre alle...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA