Arrêt nº 1C 526/2010 de Ire Cour de Droit Public, 7 janvier 2011

Date de Résolution: 7 janvier 2011
Source:Ire Cour de Droit Public
 
EXTRAIT GRATUIT

Bundesgericht

Tribunal fédéral

Tribunale federale

Tribunal federal

{T 0/2}

1C_526/2010

Sentenza del 7 gennaio 2011

I Corte di diritto pubblico

Composizione

Giudici federali Fonjallaz, Presidente,

Merkli, Eusebio,

Cancelliere Crameri.

Partecipanti al procedimento

  1. A.________,

  2. B.________SA,

    patrocinate dall'avv. Cesare Lepori,

    ricorrenti,

    contro

    Municipio di X.________,

    Consiglio di Stato del Cantone Ticino, Residenza governativa, 6500 Bellinzona.

    Oggetto

    edilizia: sospensione dell'esercizio della prostituzione,

    ricorso contro la sentenza emanata il 12 ottobre 2010

    dal Tribunale amministrativo del Cantone Ticino.

    Fatti:

    A.

    A.________ è proprietaria di D.________, sita a X.________ nella zona dei nuclei tradizionali, B.________SA è titolare dell'autorizzazione a gestire l'esercizio pubblico, mentre C.________ funge da gerente. Oltre a due locali e a un servizio esterno, l'osteria dispone di 11 camere da affittare. Con rapporto del 29 luglio 2009, il distaccamento speciale della Polizia cantonale proposto alla prevenzione della tratta e dello sfruttamento degli esseri umani (TESEU) ha segnalato al Municipio d'aver accertato che nelle citate camere veniva sistematicamente praticata la prostituzione. Nel quadro dell'ultimo controllo del 13 maggio 2008 è stata rilevata la presenza di 12 donne non accompagnate. Il 6 novembre 2009 il Municipio ha ordinato alla proprietaria, alla titolare dell'autorizzazione e al gerente dell'esercizio pubblico di sospendere immediatamente l'esercizio della prostituzione e di ripristinare l'uso autorizzato con la licenza edilizia, ritenendo che l'attività praticata abusivamente costituisse un cambiamento di destinazione inconciliabile con la destinazione della zona del nucleo, nella quale sono vietate le attività moleste.

    B.

    Adito dagli interessati, il 4 maggio 2010 il Consiglio di Stato del Cantone Ticino, ritenuta sufficientemente provata l'esistenza di un cambiamento di destinazione attuato attraverso la trasformazione delle camere dell'esercizio pubblico in un postribolo ed esclusa la possibilità di rilasciare una licenza in sanatoria, ha confermato l'ordine di ripristino. Con giudizio del 12 ottobre 2010, il Tribunale cantonale amministrativo ha respinto un ricorso degli insorgenti.

    C.

    Avverso questa decisione A.________ e B.________SA presentano un ricorso in materia di diritto pubblico al Tribunale federale. Chiedono di annullarla unitamente all'ordine di ripristino municipale.

    Non sono state chieste...

Pour continuer la lecture

SOLLICITEZ VOTRE ESSAI